moderatore: Redazione education 2.0


Register? | Lost Your Password?

Scuola e nuove tecnologie

Redazione

STORIA DEI CONFLITTI MONDIALI

 

Un ottimo strumento per lo studio della storia, di ogni periodo e luogo. Si tratta di una timeline interattiva, realizzata in flash, che consente di visualizzare i conflitti in corso in un dato arco temporale, dal 4000 avanti Cristo ai giorni nostri. Molto ben realizzata l'interfaccia grafica, che si integra perfettamente con la Google map sottostante. 

 

Collegamento a http://www.conflicthistory.com

Redazione

ESPLORARE IL CORPO UMANO CON GOOGLE
 

Tra le numerose applicazioni didattiche presenti in rete vi presentiamo la nuova iniziativa di Google, che mette a disposizione gratuitamente uno straordinario strumento per esplorare il corpo umano. Google Body è un vero e proprio body browser, ossia un 'navigatore' del corpo umano, in tutte le sue componenti, dall'epidermide agli organi interni. Si tratta di un prodotto altamente qualificato e certificato, grazie al quale è possibile condurre lezioni di biologia e anatomia in classe, anche in abbinamento a una lavagna multimediale. Segnaliamo inoltre che l'applicazione è disponibile anche per i tablet con sistema operativo Android. Invitiamo tutti i docenti che hanno realizzato esperienze didattiche con Google Body a riportare in questa sede le loro impressioni e i loro commenti.

 

Una dimostrazione del funzionamento di Google Body su tablet Android

Redazione

UNA DIETA A BASE DI DIGITALE


Alcuni dati statistici sul consumo di contenuti informatici e multimediali da parte dei più giovani:  in cinque anni i cosiddetti 'nativi digitali' trascorrono 10.000 ore con i videogame, mandano 200.000 email, parlano per 10.000 ore al cellulare e vedono 20.000 ore di televisione. E la lettura? Solo 5.000 sono dedicate a questa attività, così importante per le generazioni precedenti.

 

Redazione

Uno spazio dove discutere dell'impatto delle nuove tecnologie sul mondo della scuola: segnalazioni, video, recensioni su tutto quello che cambia il modo di insegnare e di apprendere, dai nuovi device agli strumenti software.